Jeffrey Sachs - Quanto potrebbero essere in debito gli USA con il mondo per il Covid-19?

Jeffrey Sachs - Quanto potrebbero essere in debito gli USA con il mondo per il Covid-19?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

di Jeffrey Sachs - Common Dreams

Il governo degli Stati Uniti ha finanziato e sostenuto un programma di pericolosa ricerca di laboratorio che potrebbe aver portato alla creazione e al rilascio accidentale in laboratorio del SARS-CoV-2, il virus che ha causato la pandemia Covid-19. Dopo l'epidemia, il governo statunitense ha mentito per coprire il suo possibile ruolo. Il governo statunitense dovrebbe correggere le bugie, scoprire i fatti e fare ammenda con il resto del mondo.

Un gruppo di intrepidi cercatori di verità - giornalisti, scienziati, whistleblower - ha scoperto una vasta quantità di informazioni che indicano la probabile origine di laboratorio del SARS-CoV-2. Il più importante è stato l'intrepido lavoro di The Intercept e US Right to Know (USRTK), in particolare della reporter investigativa Emily Kopp di USRTK.

Sulla base di questo lavoro investigativo, la Commissione per la supervisione e la responsabilità della Camera, guidata dai repubblicani, sta ora conducendo un'importante indagine in una sottocommissione ristretta sulla pandemia da coronavirus. Al Senato, la voce principale per la trasparenza, l'onestà e la ragione nell'indagare sull'origine della SARS-Cov-2 è stata quella del senatore repubblicano Rand Paul.

Le prove della possibile creazione di un laboratorio ruotano attorno a un programma di ricerca pluriennale condotto dagli Stati Uniti che ha coinvolto scienziati statunitensi e cinesi. La ricerca è stata progettata da scienziati statunitensi, finanziata principalmente dai National Institutes of Health (NIH) e dal Dipartimento della Difesa e gestita da un'organizzazione statunitense, la EcoHealth Alliance (EHA), con gran parte del lavoro svolto presso l'Istituto di virologia di Wuhan (WIV). 

Ecco i fatti che conosciamo ad oggi.

Primo, il NIH è diventato il centro per la ricerca sulla difesa biologica a partire dal 2001. In altre parole, il NIH è diventato un braccio di ricerca delle comunità militari e di intelligence. I finanziamenti per la difesa biologica provenienti dal budget del Dipartimento della Difesa sono stati assegnati alla divisione del dottor Anthony Fauci, l'Istituto Nazionale per le Allergie e le Malattie Infettive (NIAID).

Secondo, il NIAID e la DARPA (nel Dipartimento della Difesa) hanno supportato una vasta ricerca su patogeni potenziali per la guerra biologica e la difesa biologica, nonché per la progettazione di vaccini per proteggere contro la guerra biologica o le eventuali fughe accidentali di patogeni naturali o manipolati dai laboratori. Parte del lavoro è stato svolto presso i Laboratori delle Montagne Rocciose del NIH, che hanno manipolato e testato virus utilizzando la loro colonia di pipistrelli interna.

Terzo, il NIAID è diventato un sostenitore finanziario su larga scala della ricerca sul Gain of Function (GoF), ovvero esperimenti di laboratorio progettati per modificare geneticamente i patogeni rendendoli ancora più patogeni, come virus più facili da trasmettere e/o più inclini a uccidere gli individui infetti. Questo tipo di ricerca è intrinsecamente pericoloso, sia perché mira a creare patogeni più pericolosi sia perché quei nuovi patogeni possono sfuggire dal laboratorio, sia accidentalmente che deliberatamente (ad esempio, come atto di guerra biologica o terrorismo).

Quarto, molti dei principali scienziati statunitensi si sono opposti alla ricerca GoF. Uno dei principali oppositori all'interno del governo era il dottor Robert Redfield, un virologo dell'esercito che sarebbe diventato in seguito il Direttore dei Centri per il Controllo delle Malattie (CDC) all'inizio della pandemia. Redfield sospettava fin dall'inizio che la pandemia fosse il risultato della ricerca supportata dal NIH, ma afferma di essere stato messo da parte da Fauci.

Quinto, a causa dei rischi molto elevati associati alla ricerca GoF, il governo degli Stati Uniti ha aggiunto ulteriori normative di biosicurezza nel 2017. La ricerca GoF doveva essere condotta in laboratori altamente sicuri, ovvero al Livello di Biosicurezza 3 (BSL-3) o al Livello di Biosicurezza 4 (BSL-4). Lavorare in un'impianto BSL-3 o 4 è più costoso e richiede più tempo rispetto al lavoro in un impianto BSL-2 a causa dei controlli aggiuntivi contro una possibile fuga del patogeno dall'impianto.

Sesto, un gruppo di ricerca supportato dal NIH, l'Alleanza EcoHealth (EHA), ha proposto di trasferire parte della sua ricerca GoF presso l'Istituto di Virologia di Wuhan (WIV). Nel 2017, l'EHA ha presentato una proposta al Defense Advanced Research Projects (DARPA) del governo degli Stati Uniti per il lavoro GoF presso il WIV. La proposta, chiamata DEFUSE, era un vero e proprio "manuale" per creare virus come il SARS-CoV-2 in laboratorio. Il piano DEFUSE prevedeva di indagare su oltre 180 ceppi di Betacoronavirus precedentemente non segnalati che erano stati raccolti dal WIV, e di utilizzare tecniche GoF per rendere questi virus più pericolosi. In particolare, il progetto proponeva di aggiungere siti di proteasi come il sito di clivaggio della furina (FCS) ai virus naturali per aumentare l'infettività e la trasmissibilità del virus.

Settimo, nella proposta preliminare, il direttore dell'EHA vantava che "la natura BSL2 del lavoro sui SARSr-CoV rende il nostro sistema altamente efficiente dal punto di vista dei costi rispetto ad altri sistemi di virus dei pipistrelli", spingendo il principale scienziato responsabile della proposta dell'EHA a commentare che gli scienziati statunitensi "impazzirebbero" se scoprissero il supporto del governo degli Stati Uniti per la ricerca GoF presso il WIV in un impianto BSL2.

Ottavo, il Dipartimento della Difesa ha respinto la proposta DEFUSE nel 2018, tuttavia il finanziamento del NIAID per l'EHA copriva i principali scienziati del progetto DEFUSE. Pertanto, l'EHA aveva un finanziamento continuo del NIH per portare avanti il programma di ricerca DEFUSE.

Nono, quando l'epidemia è stata notata per la prima volta a Wuhan alla fine del 2019 e nel gennaio 2020, i principali virologi statunitensi associati al NIH credevano che il SARS-CoV-2 fosse probabilmente emerso dalla ricerca GoF, e lo hanno detto durante una chiamata telefonica con Fauci il 1º febbraio 2020. L'indizio più evidente per questi scienziati era la presenza del FCS nel SARS-CoV-2, con il FCS che appare esattamente nella posizione nel virus (la giunzione S1/S2) che era stata proposta nel programma DEFUSE.

Decimo, i principali funzionari del NIH, inclusi il Direttore Francis Collins e il Direttore del NIAID Fauci, hanno cercato di nascondere la ricerca GoF supportata dal NIH, e hanno promosso la pubblicazione di un articolo scientifico ("The Proximal Origin of SARS-CoV-2") nel marzo 2020 che dichiarava un'origine naturale del virus. L'articolo ha completamente ignorato la proposta DEFUSE.

Undicesimo, alcuni funzionari statunitensi hanno iniziato a indicare il WIV come la fonte della fuga di laboratorio nascondendo il finanziamento del NIH e il programma di ricerca guidato dall'EHA che potrebbe aver portato al virus.

In dodicesimo luogo, i fatti di cui sopra sono venuti alla luce solo grazie a intrepidi reportage investigativi, whistleblower e fughe di notizie dall'interno del governo degli Stati Uniti, compresa la fuga di notizie sulla proposta DEFUSE. L'Ispettore generale del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani ha stabilito nel 2023 che i NIH non hanno supervisionato adeguatamente le sovvenzioni EHA.

Tredicesimo, gli investigatori si sono resi conto a posteriori che i ricercatori dei Rocky Mountain Labs, insieme a scienziati chiave associati all'EHA, stavano infettando i pipistrelli della frutta egiziani dell'RML con virus simili a quelli della SARS in esperimenti strettamente collegati a quelli proposti in DEFUSE.

Quattordicesimo, l'FBI e il Dipartimento dell'Energia hanno comunicato le loro valutazioni secondo cui la fuga in laboratorio del SARS-CoV-2 è la spiegazione più probabile del virus.

Quindicesimo, un whistleblower interno alla CIA ha recentemente affermato che il team della CIA che ha indagato sull'epidemia ha concluso che il SARS-CoV-2 è molto probabilmente uscito dal laboratorio, ma che alti funzionari della CIA hanno corrotto il team affinché riferisse di un'origine naturale del virus. 

La somma delle prove - e l'assenza di prove affidabili che indichino un'origine naturale (vedi qui e qui) - porta alla possibilità che gli Stati Uniti abbiano finanziato e attuato un pericoloso programma di ricerca del GoF che ha portato alla creazione del SARS-CoV-2 e quindi a una pandemia mondiale. Una recente ed efficace valutazione del biologo matematico Alex Washburne giunge alla conclusione "oltre ogni ragionevole dubbio che la SARS-CoV-2 è emersa da un laboratorio...". Egli osserva inoltre che i collaboratori "hanno proceduto a montare quella che può legittimamente essere definita una campagna di disinformazione" per nascondere l'origine di laboratorio.

Un'origine di laboratorio del Covid-19 finanziata dagli Stati Uniti costituirebbe certamente il caso più significativo di grave negligenza governativa nella storia del mondo. Inoltre, è molto probabile che il governo statunitense continui a finanziare il pericoloso lavoro del GoF come parte del suo programma di biodifesa. Gli Stati Uniti devono dire tutta la verità, e forse anche un ampio risarcimento finanziario, al resto del mondo, a seconda di ciò che i fatti riveleranno alla fine.

Abbiamo bisogno di tre azioni urgenti. La prima è un'indagine scientifica indipendente in cui tutti i laboratori coinvolti nel programma di ricerca EHA negli Stati Uniti e in Cina aprano completamente i loro libri e registri agli investigatori indipendenti. La seconda è il blocco a livello mondiale della ricerca del GoF fino a quando un organismo scientifico globale indipendente non stabilirà le regole di base per la biosicurezza. Il terzo è che l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite stabilisca una rigorosa responsabilità legale e finanziaria per i governi che violano le norme di sicurezza internazionali attraverso attività di ricerca pericolose che minacciano la salute e la sicurezza del resto del mondo. 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

Potrebbe anche interessarti

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo di Geraldina Colotti Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti