Mercosur: Lula incoraggia il ritorno del Venezuela e spinge per trattato con la Cina

Mercosur: Lula incoraggia il ritorno del Venezuela e spinge per trattato con la Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il Brasile con Lula torna sulla scena rilanciando con forza i rapporti tra i paesi della regione sudamericana. Il prossimo governo brasiliano, che entrerà in carica il 1° gennaio, incoraggerà il ritorno del Venezuela nel Mercosur, ha rivelato il ministro degli Esteri designato Mauro Vieira, mentre l'Uruguay ha dichiarato di essere d'accordo nel promuovere un accordo commerciale tra il blocco e la Cina, nonostante sia in preparazione un trattato bilaterale con il gigante asiatico.

Il futuro capo della diplomazia brasiliana ha confermato che il Brasile è disposto a spingere per la reincorporazione del Venezuela nel blocco regionale.

"Sosterremo il ritorno del Venezuela nel Mercosur; non avevano ancora soddisfatto alcuni requisiti, che sono requisiti legali", ha dichiarato Vieira in un'intervista al quotidiano O Estado de São Paulo.

Il Venezuela è stato sospeso dal Mercosur nel dicembre 2016, con uno scenario regionale radicalmente diverso e ostile alla Rivoluzione Bolivariana, anche se la sua adesione formale non era ancora stata completata.

L'annuncio è stato accompagnato dalla conferma che il presidente eletto Luiz Inácio Lula da Silva, una volta insediatosi il 1° gennaio, invierà un incaricato d'affari per riprendere le relazioni tra i due Paesi e successivamente nominerà un ambasciatore.

"Non c'è motivo di non avere un ambasciatore in Venezuela, non si possono voltare le spalle perché il Paese ha un governo con un orientamento diverso, soprattutto un Paese vicino, con un confine di 2.000 chilometri in Amazzonia", ha detto Vieira.

Il 14 di questo mese Vieira aveva già anticipato che il Brasile avrebbe ripreso le relazioni diplomatiche con Caracas, riconoscendo Nicolás Maduro come presidente. 

"Il presidente eletto mi ha incaricato di ristabilire le relazioni con il Venezuela", ha affermato Vieira in quell'occasione durante una conferenza stampa, in cui aveva anche confermato che il governo di Lula riconoscerà Maduro come presidente e non più Juan Guaidó, il burattino golpista diretto dagli Stati Uniti. 

Vieira ha anche detto che il prossimo governo sosterrà l'ingresso formale della Bolivia nel blocco, che il Congresso brasiliano deve ancora approvare, secondo l'agenzia di stampa Sputnik.

"Senza dubbio il governo lo sosterrà, l'espansione del Mercosur è importante”. 

Il governo del presidente Jair Bolsonaro ha sospeso le relazioni diplomatiche con il Venezuela nel 2019 e ha disconosciuto la rielezione di Maduro nel 2018.

Vieira ha anche chiarito che Lula non ha intenzione di recarsi "a breve termine" in Venezuela, Nicaragua o Cuba.

Da parte sua, il ministro degli Esteri dell'Uruguay, Francisco Bustillo, si è detto favorevole alla ricerca di accordi settoriali tra il Mercosur e la Cina, nonostante il suo Paese abbia già "un percorso tracciato" per un trattato bilaterale con Pechino. 

"Penso che sia molto positivo procedere con la Cina come con qualsiasi altro Paese", ha dichiarato Bustillo in una conferenza stampa, secondo quanto riportato da Portal de Medios Públicos de Uruguay. 

Quando gli è stato chiesto quale fosse la posizione dell'Uruguay sulla recente intenzione di Vieira di promuovere accordi settoriali tra il Mercosur e la Cina da parte del prossimo governo brasiliano, Bustillo ha dichiarato di ritenerla "molto buona".

Insomma, come prevedibile, con Lula alla presidenza il Brasile torna protagonista sulla scena internazionale e regionale.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti