/ Pechino esorta Londra a smetterla di avvelenare il clima del Cons...

Pechino esorta Londra a smetterla di avvelenare il clima del Consiglio di Sicurezza dell'ONU sulla crisi siriana

 

Il rappresentante cinese presso le Nazioni Unite ha esortato il Regno Unito a smettere di avvelenare il clima del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC).


"Vorrei chiedere [al rappresentante britannico] di porre fine alla pratica di avvelenare il clima del Consiglio di Sicurezza e offendere i partecipanti a questo incontro serio. Non è la prima volta che lo fa e spero che tali reati non si ripetano in futuro ", ha dichiarato, ieri, l'ambasciatore cinese presso le Nazioni Unite, Liu Jieyi.
 
In risposta alle accuse contro Pechino dal suo omologo britannico, Matthew Rycroft, il diplomatico cinese ha deplorato il fatto che il Regno Unito travisa le posizioni degli altri paesi dell'organizzazione internazionale.
 
"Il Consiglio di Sicurezza è un forum serio non è un posto per attaccare infondatamente le posizioni di altre nazioni (...) Che diritto ha il rappresentante del Regno Unito a travisare le posizioni di altri paesi?" Si è chiesto Liu.
 
Ieri, la Russia e la Cina hanno posto il veto sul progetto di risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla situazione nella città di Aleppo, depositato dopo i notevoli progressi antiterrorismo nei giorni scorsi dalle forze armate siriane.
La posizione di Mosca e Pechino ha affrontato dure critiche da parte dell'Occidente.
 
L'iniziativa chiedeva un cessate il fuoco di sette giorni e vietava gli attacchi sui gruppi terroristici takfirí come Al-Nusra (ora denominatosi Fath Al-Sham) e ISIS (Daesh, in arabo).
 
"Le azioni proposte dal progetto di risoluzione hanno grandi discrepanze e non contribuiscono agli sforzi diplomatici delle parti coinvolte e non contribuiscono a migliorare la situazione in Siria", ha detto l'ambasciatore cinese per giustificare il rifiuto del suo paese ad una tale iniziativa.
 
Infine, Liu ha invitato il Consiglio di sicurezza a "mantenere l'unità sulla questione della Siria, di parlare con una sola voce e collaborare."
 
Fonte: Hispantv
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa