Una nuova arma per l'India: i "droni lanciati da sottomarini"

Una nuova arma per l'India: i "droni lanciati da sottomarini"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

L’India ha intenzione di acquistare droni lanciati da sotto il livello dell’acqua (underwater launched unmanned aerial vehicle), come informa The Eurasian Times. 

Si tratta di velivoli progettati per migliorare la consapevolezza della situazione sottomarina trasmettendo immagini e video in tempo reale a distanza.

Il veicolo senza pilota deve essere dispiegabile da un tubo lanciasiluri a una profondità di 50 metri (164 piedi) e deve essere diretto dal sottomarino tramite un collegamento dati in linea di vista, secondo le richieste del governo indiano. 

Il drone sarà recuperabile "o a bordo di una piattaforma consorte utilizzando un sistema di recupero a un punto o per mezzo di una sacca galleggiante" al termine di una missione.

Le principali funzioni della piattaforma sarebbero l'intelligence diurna e notturna, la sorveglianza e la ricognizione, l'aumento della consapevolezza del dominio marittimo, il tracciamento degli obiettivi in ??tempo reale e la ricognizione della spiaggia prima delle operazioni speciali. Le sue funzioni secondarie includerebbero "l'assistenza nella valutazione dei danni in battaglia".

La configurazione subacquea dovrebbe includere una "scatola di immagazzinaggio robusta con meccanismo di ricarica" ??e un set aggiuntivo di batterie, mentre il carico utile del drone dovrebbe essere una telecamera a infrarossi elettro-ottica collocata in un contenitore.

Altri paesi come gli Stati Uniti sono già operativi in questo senso. L'anno scorso, è stato riferito che la US Navy (USN) sta cercando di acquistare fino a 120 veicoli aerei senza pilota (UAV) AeroVironment Blackwing per i suoi sottomarini.

Un sottomarino sommerso può lanciare il Blackwing in aria. Il mini UAV include due set di ali a scomparsa per adattarsi all'interno di un contenitore. Ha un'apertura alare di 68,6 cm ed è lanciato da un'elica spinta azionata da un motore elettrico. L'UAV ha sensori elettro-ottici e infrarossi sul naso.

Sono inclusi anche GPS e sistemi di navigazione inerziale. L'UAV può fornire informazioni di puntamento a un sottomarino utilizzando questi sensori e un collegamento dati tattico.

Questi piccoli droni lanciati da sottomarini potrebbero essere schierati in combattimento, offrendo uno strumento di monitoraggio furtivo che sarebbe difficile da identificare da un nemico, per non parlare del sottomarino da cui è stato sparato.

Il sottomarino potrebbe impiegare questo tipo di capacità di raccolta di informazioni oltre la linea di vista per aiutare a prendere di mira le barche di superficie, ad esempio, prima di lanciare un siluro.

Nel 2020, durante una presentazione online, il contrammiraglio della Marina Blake Converse, comandante della forza sottomarina, flotta del Pacifico degli Stati Uniti, ha dichiarato: "Considerate un aereo senza pilota schierato da sottomarino come un periscopio volante in grado di estendere notevolmente la portata dei sensori organici dei nostri sottomarini, fornire obiettivi-dati dei sensori di qualità al sottomarino, o a una capacità di una forza congiunta, e abilitano gli impegni missilistici Harpoon e Maritime Strike Tomahawk”.

A parte la capacità di "periscopio volante" fornita da un drone dotato di sensori come il Blackwing, i droni lanciati da sottomarini hanno la possibilità di funzionare come uno sciame.

Tali tecniche potrebbero non solo coprire un'area considerevolmente più ampia in una capacità di monitoraggio, ma potrebbero anche svolgere una varietà di altri obiettivi, come servire come esche, fornire carichi utili come jammer di guerra elettronica e persino armi di piccole dimensioni.

Inoltre, un UAV armato lanciato da un sottomarino potrebbe essere utilizzato per proteggersi da minacce ravvicinate come piccole imbarcazioni.

L'anno scorso, anche la Cina ha rivelato lo sviluppo di un drone in grado di viaggiare in aria e sott'acqua. Lo sviluppo di questo tipo di armi darà un vantaggio alle forze navali di tutto il mondo per aumentare le loro capacità di raccolta di informazioni e di attacco.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai