/ India: dalla Russia in arrivo nuovi caccia Su-30MKI-3 e MiG-29UPG

India: dalla Russia in arrivo nuovi caccia Su-30MKI-3 e MiG-29UPG

 
 

Nell'ottobre 2019 si riunirà la prossima sessione della commissione intergovernativa India-Russia sulla cooperazione industriale militare. Si prevede che saranno firmati per 18 Sukhoi Su-30MKI-3 e oltre venti ex intercettori MiG-29 delle Forze Aerospaziali della Federazione Russa - Aerospace Forces (RF VKS, Russian Air Force) per la loro successiva conversione in aerei da combattimento multi-ruolo MiG-29UPG. 

 

Oltre ai caccia, l'India sta cercando di procurarsi circa 1.000 missili aria-aria. È interessante notare che la decisione di acquistare missili russi arriva dopo un precedente annuncio che l'India avrebbe testato missili MBDA di fabbricazione occidentale sul Su-30MKI. Tuttavia, nessuna richiesta di autorizzazione per farlo è stata presentata a Mosca dall'India e l'accordo di assemblaggio autorizzato non consente l'installazione di armi di terzi sul Sukhoi.

 

Questo volontà di nuovi acquisti in Russia è almeno in parte dovuto al fatto che Mosca e Nuova Delhi hanno recentemente elaborato una nuova serie di metodi e procedure di pagamento che consente accordi sulle armi tra loro nelle condizioni delle sanzioni statunitensi di recente introduzione come CAATSA (Countering America's Adversaries by Sanctions Act).

Un altro importante sviluppo nelle relazioni tra le due nazioni è stato l'istituzione di un gruppo di supporto post-vendita congiunto sotto l'egida della commissione intergovernativa indo-russa sulla cooperazione militare-industriale. Con i nuovi accordi in atto, la Russia spera di aumentare il proprio arretrato di ordini indiani, che attualmente ammonta a 14 miliardi di dollari.

 

Nel frattempo, Hindustan Aeronautics Ltd (HAL) di proprietà statale ha lanciato un ordine per la produzione di quattro squadroni aggiuntivi (72 aerei) dell'aereo da caccia multi-ruolo Sukhoi Su-30MKI-3 per colmare rapidamente le lacune nella forza dello squadrone di caccia. Tuttavia, la Bharatiya Vayu Sena (BVS, Indian Air Force) sembra desiderare solo di ordinare ricambi per aeromobili che sono stati persi in incidenti. HAL non vede l'ora del contratto di ottobre, quindi il suo impianto di produzione Su-30MKI-3 a Nasik (stato del Maharashtra) non rimane inattivo.

Fonte: Scramble Magazine
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa