I mezzi e i fini/Italo non dovrebbe esistere. L'Italia ha bisogno di più Stato, di...

Italo non dovrebbe esistere. L'Italia ha bisogno di più Stato, di più solidarietà, di nazionalizzazioni

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.



di Francesco Ersparmer

talo non dovrebbe esistere, altro che riprendere la retorica dei trumpisti americani e dei complottisti tedeschi per contestare le sacrosante misure di distanziamento sociale imposte dal governo: è una multinazionale privata che fa esclusivamente gli interessi degli speculatori finanziari e dei propri amministratori. Concorrenza? Ma quando mai, visto che offre servizi solo sulle tratte più lucrose. I trasporti pubblici (treni, aerei, autobus, strade e autostrade) sono di fondamentale importanza strategica nazionale e devono essere monopolio dello Stato: allo scopo di permettere a tutti i cittadini di muoversi in sicurezza e a prezzi ragionevoli sull’intero territorio italiano, non a pochi privilegiati di viaggiare più in fretta fra Roma e Milano.


Altro che il liberismo all’americana di Salvini e Meloni, nazionalisti immaginari che puntano alla crescita economica a qualunque costo, a un consumismo irresponsabile e fine a sé stesso, al culto dell'individuo e del successo personale: l’Italia ha bisogno di più Stato, di più solidarietà, di nazionalizzazioni, di protezionismo economico, sociale e culturale.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa