/ Russia: In Siria, negli ultimi due anni, sono stati eliminati 54....

Russia: In Siria, negli ultimi due anni, sono stati eliminati 54.000 terroristi

 

La Russia ha annunciato che negli ultimi due anni sono stati uccisi più di 54.000 "elementi di gruppi armati illegali" nel conflitto siriano.


"In totale, più di 54.000 elementi dei gruppi armati illegali che operano in Siria sono stati eliminati", ha dichiarato Valery Gerasimov, capo di Stato Maggiore delle forze armate russe, ad un incontro con alti funzionari del Ministero della Difesa russo. .
 
Allo stesso tempo, ha affermato che i gruppi terroristici disponevano 1500 tra carri armati e veicoli corazzati, oltre a più di 1200 mortai e altri pezzi di artiglieria. "Hanno avuto abbastanza armi, che hanno ricevuto dall'estero", ha aggiunto.
 
Allo stesso modo, Gerasimov ha sottolineato che istruttori provenienti dagli Stati Uniti, Europa occidentale e Medio Oriente hanno addestrato i terroristi in campi specifici controlli, che "in alcuni casi, gli ufficiali di questi paesi dirigevano direttamente l'addestramento dei gruppi armati illegali" .

 
D'altra parte, ha fatto riferimento alla partecipazione della Russia nella lotta contro il terrorismo in Siria e gli importanti risultati conseguiti da Mosca, compresa la sconfitta di importanti bande terroristiche e la riconquista della città chiave.
 
Gerasimov ha sostento che armi ad alta precisione russe sono stati utilizzati su larga scala in tutte le operazioni delle forze della Russia in Siria, evidenziando che durante gli attacchi contro le postazioni terroristiche sono stati testati missili da crociera e altri nuovi elicotteri, sistemi di ricognizione e altre unità di armi.
 
"L'operazione in Siria ha provato che le armi e altre attrezzature militari dalla Russia sono tra le migliori al mondo", ha concluso Gerasimov.
 
Fonte: Hispantv
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa