Usa coinvolti nell'assassinio di Moise. Russia: Nessuno chiede sanzioni?

Usa coinvolti nell'assassinio di Moise. Russia: Nessuno chiede sanzioni?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo quanto riportato oggi dai media statunitensi, la Drug Enforcement Administration (DEA) degli Stati Uniti ha confermato che almeno uno dei detenuti dalle autorità haitiane in relazione all'assassinio di Moise ha funzionato come "fonte riservata" di questa agenzia. All'assassinio del presidente haitiano, secondo le autorità del Paese caraibico, hanno partecipato almeno 28 persone, molte delle quali mercenari colombiani assunti tramite una società di sicurezza con sede nello stato della Florida (sudest degli Stati Uniti).

A questo proposito, la portavoce del ministero degli Esteri russo, María Zakhrova, ha denunciato ,oggi, come l'Occidente chiuda un occhio sull'interferenza degli Stati Uniti e sulle sue misure ostili in altri paesi.

"Dove sono le sanzioni? Dove sono le dichiarazioni del G-7? Perché gli attivisti per i diritti degli Stati Uniti non si sono ancora mossi? In effetti, c'è un motivo terribile per tutte queste cose", ha spiegato Zakharova attraverso un messaggio trasmesso sul suo canale Telegram .

La portavoce russa ha anche indicato che una delegazione interistituzionale nordamericana è partita per Haiti per analizzare la situazione intorno alla compagnia militare privata statunitense i cui dipendenti sono accusati di aver partecipato all'assassinio del presidente haitiano.

In questo senso, "la notizia principale", secondo la portavoce, è il fatto che diversi detenuti in relazione all'omicidio di Moise erano informatori delle forze dell'ordine statunitensi, tra cui il Federal Bureau of Investigation (FBI,); "Ma questo è qualcosa di diverso", ha aggiunto la portavoce russa.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Cuba e i numeri Covid   di Francesco Santoianni Cuba e i numeri Covid

Cuba e i numeri Covid

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo di Marinella Mondaini Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro! di Pasquale Cicalese Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro!

Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro!

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti