6 prigionieri palestinesi evadono da un carcere di massima sicurezza

6 prigionieri palestinesi evadono da un carcere di massima sicurezza

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Una fuga da film, da romanzo, torna in mente Edmondo Dantes ne 'Il conte di Montecristo', o quella di Andy Dufresne nel film 'Le ali della Libertà. Questa volta non si tratta di usare la fantasia, è la realtà: sei prigionieri palestinesi hanno ritrovato la libertà scavando loro stessi un piccolo tunnel sotterraneo nella prigione di massima sicurezza di Gilboa, in Galilea.

 

I palestinesi in fuga, cinque sono membri del Jihad islamico, uno di Fatah.

Secondo il Prisoners' Club, i sei prigionieri sono:

- Mahmoud Abdullah Ardah, la mente, 46 anni, di Arrabeh / Jenin,  detenuto dal 1996, condannato all'ergastolo

- Muhammad Qassem Aardeh, 39 anni, di Arrabeh, detenuto dal 2002, condannato all'ergastolo

-Yaqoub Mahmoud Qadri, 49 anni, di Bir Al-Basha, detenuto dal 2003, condannato all'ergastolo

-Ayham Nayef Kammaji, 35 anni, di Kfardan,  detenuto dal 2006, condannato all'ergastolo

-Zakaria Zubeidi, leader di Fatah, 46 anni, del campo profughi di Jenin, detenuto dal 2019*

-Munadil Yaqoub Infaat, 26 anni, di Yabad, detenuto dal 2019.

 

 

Come riporta il quotidiano Haaretz, un funzionario del servizio carcerario israeliano ha descritto la violazione come "un grave fallimento della sicurezza e dell'intelligence". Mentre un ufficiale della sicurezza israeliana avrebbe affermato: "Come hanno potuto farlo sotto il nostro naso? Nemmeno un cucchiaio possiamo lasciargli!"

In una dichiarazione rilasciata poco dopo l'evento, il Jihad islamico ha definito la fuga "eroica" e ha aggiunto che "scioccherà il sistema di difesa israeliano". 

Il portavoce di Hamas Fawzi Barhoum ha elogiato i fuggitivi dicendo che "la fuga dimostra il coraggio di questi prigionieri, che hanno ottenuto la libertà nonostante misure di sicurezza così rigide. È un'azione eroica e impressionante". 

Il portavoce di Fatah Munir al-Jaghoub ha celebrato la fuga ricordando che "il sogno della libertà è condiviso da tutti i prigionieri... questi sei eroi sono riusciti a rompere questo sistema".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato di Savino Balzano Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza di Damiano Mazzotti La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro... di Gilberto Trombetta Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia