Entrate milionarie per Google. "Progetto Bernake" sotto processo

Entrate milionarie per Google. "Progetto Bernake" sotto processo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Google è stata accusata dai procuratori generali di 10 stati degli Stati Uniti di aver approfittato di un sospetto programma segreto di "pratiche anticoncorrenziali e false dichiarazioni" nel settore pubblicitario per diversi anni. 

Il processo legale è stato avviato a metà dicembre in Texas, ma solo questo fine settimana i media del Paese hanno riportato un aspetto particolare di questa indagine antitrust, relativo al cosiddetto “Progetto Bernanke”. La società avrebbe utilizzato i dati sulle offerte pubblicitarie di inserzionisti di terze parti per trarre profitto dal proprio sistema pubblicitario per centinaia di milioni di dollari all'anno.

Così, una presentazione interna fatta da Google nel 2013 ha affermato che il regime ha generato questo anno di reddito aggiuntivo pari a 230 milioni di dollari, secondo  quanto riporta The Wall Street Journal che ha avuto accesso alla versione completa della denuncia presentata dai pubblici ministeri.

Presumibilmente, questi vantaggi erano dovuti a un trattamento abusivo delle informazioni sulle offerte per la gara che i suoi clienti presentavano tramite Google Ads. 

L'operatore avrebbe svantaggiato gli strumenti pubblicitari dei suoi concorrenti effettuando alcune manipolazioni in tali offerte a favore dei suoi partner, mentre gli stessi inserzionisti non erano a conoscenza di come venivano trattati i loro dati. 

La versione incompleta dei documenti giudiziari disponibili online non contiene il termine "Bernanke" e sul portale di informazioni  The Verge  ammettono che non è chiaro il  motivo per cui Google ha scelto di chiamare il loro progetto segreto in questo modo. 

Tra l'altro si ricorda che il portatore più noto di questo cognome nella sfera pubblica è l'ex presidente della Federal Reserve (2006–2014) Ben Bernanke, uomo di grande influenza negli affari finanziari e  invitato  più volte alle riunioni del club del Bilderberg. .

I pubblici ministeri hanno anche preso di mira un progetto congiunto di Google e  Facebook noto come  "Jedi Blue". L'accordo, firmato dai vertici di entrambe le società, avrebbe garantito che  il social network avrebbe guadagnato una percentuale fissa di interesse in tutte le aste pubblicitarie e avrebbe abbandonato la sua rivalità con Google in cambio di determinate preferenze.

Un'email inviata a The Verge da un portavoce di Google ha affermato che l'informatore principale, il procuratore generale del Texas Ken Paxton, "travisa molti aspetti della nostra attività di tecnologia pubblicitaria". Il gigante della tecnologia spera di "poter presentare il caso in tribunale", in un conflitto in cui le parti non hanno ancora fissato una data.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti