Damasco, i rappresentanti sindacali di 29 Paesi in appoggio al popolo siriano dichiarano: "Unire gli sforzi per combattere il terrorismo"

Damasco, i rappresentanti sindacali di 29 Paesi in appoggio al popolo siriano dichiarano: "Unire gli sforzi per combattere il terrorismo"

Con il patrocinio della Presidenza della Repubblica araba siriana si è svolta a Damasco la conferenza sindacale internazionale di solidarietà con i lavoratori e il popolo siriano contro il terrorismo. Delegazioni di 29 Paesi, per l'Italia l'USB, in rappresentanza di 100 milioni di lavoratori, hanno preso parte ai lavori, ribadendo la necessità di unire gli sforzi per combattere il terrorismo, l'ingerenza imperialista e l'embargo economico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I partecipanti alla conferenza sindacale internazionale di solidarietà con i lavoratori e il popolo siriano contro il terrorismo che si è svolta a Damasco, nella dichiarazione finale, hanno espresso la loro sincera solidarietà con il popolo siriano e il suo Stato, così come hanno ribadito il loro supporto per la loro lotta contro le ingerenze straniere in Siria.


Hanno anche espresso stupore per il sostegno straniero incessante ai gruppi terroristici, invitando a unire gli sforzi e aumentare il coordinamento internazionale e arabo nella lotta contro il terrorismo e le sue conseguenze.
Hanno inoltre sottolineato la necessità di lottare contro l'ideologia estremista e mobilitare le persone in tutto il mondo per fermare le guerre, i blocchi e le ingerenze.
Infine, i partecipanti alla manifestazione, hanno rivolto un messaggio al presidente Bashar Al-Assad, garantendo che comunicheranno alla loro gente la realtà della guerra terroristica che la Siria affronta come popolo, società, istituzioni economiche, culturali e di civiltà, chiedendo la fine dell'interferenza straniera nei suoi affari interni, di sollevare il blocco e le sanzioni economiche e di coordinarsi direttamente con il suo esercito e la sua leadership nella lotta contro il terrorismo.

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano di Marinella Mondaini 21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli di Michelangelo Severgnini Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Von Der Leyen e le elezioni italiane di Pasquale Cicalese Von Der Leyen e le elezioni italiane

Von Der Leyen e le elezioni italiane

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra