/ "I greci si stanno scavando la fossa". Un funzionario europeo all...

"I greci si stanno scavando la fossa". Un funzionario europeo alla vigilia dell'Eurogruppo

 

Dall'Ue: “siamo infuriati” con le affermazioni “gravemente fuorvianti” della Grecia.

 
Dimenticate ogni tipo di conciliazione: quello che sta succedendo dietro le quinte un giorno prima della riunione dell'Eurogruppo è praticamente un disastro. Lo riporta Zero Hedge. "I greci si stanno scavando la fossa", avverte un ufficiale dell'Unione europea, secondo MNI. Mentre un altro membro dell'Ue ha sostenuto che il piano greco è "senza speranza" ed ha aggiunto "come non si può sostenere un piano in cui non si ha alcun obbligo di pagamento fino all'autunno e poi probabilmente verrebbe rottamato”. In poche parole, parlando sotto anonimato, un funzionario dell'UE ha descritto la situazione come “frenetica”, aggiungendo che non c'è un piano. 
 
 
La danza ben orchestrata tra il nuovo governo greco e i suoi creditori europei è arrivato al punto di rottura martedì, con alti funzionari di Bruxelles infuriati da quello che considerano affermazioni gravemente fuorvianti provenienti da Atene.
 
Un funzionario europeo di alto livello, che è voluto restare anonimo, ha descritto la situazione come "frenetica" e ha detto che "non c'è nessun piano"."I greci si stanno scavando la fossa", ha detto il funzionario UE.
 
Ad inizio giornata, la Grecia proponeva il suo ultimo piano di finanziamento con la monetizzazione delle perditee un nuovo finanziamento ponte che avrebe poi portato ad un "nuovo accordo" con i creditori a partire da settembre.
 
Sono stati rilasciati le quattro parti dell nuovo accordo: il 30% del memorandum esistente con la Troika sarebbe stato cancellato e sostituito con 10 nuove riforme concordate con l'OCSE; l'obiettivo di avanzo primario della Grecia sarebbe stato tagliato dal 3% del PIL quest'anno, al 1,49%; il debito greco sarebbe stato ridotto mediante un piano di swap già annunciato; e la "crisi umanitaria"  sarebbe stata alleviata mediante politiche annunciate dal primo ministro Alexis Tsipras.
 
Il primo funzionario dell'UE ha descritto il piano come "senza speranza" e ha aggiunto "come non si può avere un piano in cui non si effettua alcun obbligo di pagamento fino all'autunno.
Uno scambio tra il nuovo ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis e rappresentanti in Europa, Thomas Wieser e Declan Costello, domenica non è andato a buon fine, secondo una fonte a conoscenza dell'incontro.
La fonte ha detto che la parte greca ha dato l'impressione che se l'Eurogruppo non era d'accordo con la sua posizione i creditori potevano "andare all'inferno".
"Per l'Eurogruppo è impossibile accettare solo l'immissione di nuova liquidità, mettendo  un sacco di fede in un nuovo governo, senza sapere che cosa è in programma", ha dichiarato. "La BCE ha smesso di porre il sostegno, l'EFSF e ESM il bisogno di programmi e prestiti bilaterali sarebbe difficile passare sul mercato interno."
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa