/ "Nel 2016 Pechino attuerà il gold standard cinese che ucciderà il...

"Nel 2016 Pechino attuerà il gold standard cinese che ucciderà il dollaro"

 

Secondo l'esperto di GoldCore Ltd O'Bryne nel mese di aprile conosceremo il volume effettivo delle attività in oro della Cina


Mark O'Byrne, direttore dell'istituto di ricerca presso la società ., uno dei più principali intermediari nel commercio mondiale d'oro, ha fornito le sue previsioni per i prossimi 12 mesi.
 
O'Byrne, in un'intervista di questa settimana, è convinto che nel 2016 assisteremo a cambiamenti fondamentali. Secondo l'esperto il tasso in aumento della Fed porterà l'oro ad abbassarsi fino ai 950 dollari l'oncia. 

Nel corso del 2015, le riserve d'oro della Russia hanno raggiunto il loro massimo, in aumento di 186 tonnellate. Si stima che la Russia detenga oggi circa 1.393 tonnellate. Secondo il valore attuale sono 48.300 milioni di dollari, pari al 13% delle sura riserve totali. Secondo O'Byrne, ora il presidente russo Vladimir Putin si prepara per la "tempesta economica perfetta" che è stato costruita pochi anni fa nelle profondità della Fed.  "La Russia vede il metallo giallo come fattore di stabilità nazionale", spiega l'esperto. 
 
Per quanto riguarda la Cina, nel gennaio del 2015 il volume delle riserve auree si è attestato a 1.054 tonnellate, mentre nel mese di dicembre la Banca popolare ha annunciato di avere 1.743 tonnellate.
Secondo l'esperto, ci sono motivi per ritenere che in realtà questa cifra è troppo bassa e può essere solo un quarto del reale. "Molto probabilmente nel mese di aprile 2016, sarà possibile conoscere il volume effettivo delle attività in oro della Cina", spiega O'Byrne.
 
"Il centro di gravità del mercato dell'oro mondiale si sta muovendo verso la Cina", ha confermato Lawrence Williams, esperto dei mercati dei metalli preziosi. "Pechino sta sviluppando i suoi prezzi con l'oro come sistema di misura." Secondo Williams, se la tendenza continua, il prossimo passo sarà l'introduzione del gold standard cinese, un analogo asiatico degli accordi di Bretton Woods. "Questo equivarrebbe a 'uccidere' il dollaro", aggiunge.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa