"Se Obama non viene destituito, la guerra contro Russia e Cina è imminente"

"Se Obama non viene destituito, la guerra contro Russia e Cina è imminente"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


 
La guerra contro la Russia e la Cina è imminente se Obama non viene destituito e se gli oligarchi finanziari occidentali continueranno a puntare sull’obiettivo di fermare il progresso dei paesi BRICS.  Lo dice Mike Billington, analista del settimanale asiatico Executive Intelligence, in un'intervista al canale iraniano Press TV .



Per Billington, quello che stiamo vedendo è solo un elemento in più della "crescente demonizzazione di Putin", in base al quale le autorità spingono per la guerra.

"Dopo le elezioni parlamentari ucraine della scorsa settimana, Poroshenko ha subito annunciato che non avrebbe rispettato i termini degli accordi precedentemente stabiliti a Minsk e la tregua. È cambiata anche la sua decisione di ritirare le truppe", aggiunge.
 
Per quanto riguarda le linee guida per la performance corrente degli Stati Uniti, ha detto: "Quello che sta accadendo ora non ha nulla a che fare con l'Ucraina", ma piuttosto si tratta dei disperati tentativi da parte della comunità finanziaria a Londra e New York di non dare a Cina, Russia, India e altri paesi BRICS la possibilità di creare un'alternativa al corrotto sistema finanziario occidentale.
 
Infine, facendo riferimento ai benefici che gli Stati Uniti potrebbe ottenere provocando un confronto diretto con la Russia e la Cina, Billington collega il fatto che il sistema finanziario occidentale è in bancarotta. "Quello che hanno fatto la settimana scorsa è un crollo del sistema bancario. Anche i banchieri stessi avvertono che le banche sono sull'orlo di una crisi molto più terribile di quella prodotta nel 2007. E le comunità finanziaria a Londra e New York non sono disposte a vedere come il resto del mondo trova delle alternative. Questo significa che sono disposti ad andare in guerra se Russia e Cina non si ritiran", spiega.
 

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...