Documenti segreti Usa sull'Ucraina dimostrano massicci aiuti militari ai golpisti di Kiev

Documenti segreti Usa sull'Ucraina dimostrano massicci aiuti militari ai golpisti di Kiev

Pubblicati dagli hackers CyberBerkut. Secondo Paul Craig Roberts gli Usa utilizzano gli ucraini contro la Russia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


 

Stati Uniti e NATO, sprezzanti più che mai,  continuano ad accusare la Russia di armare i ribelli in Ucraina orientale, mentre occultano i loro miseri piani. Tuttavia la verità viene a galla prima o poi. Infatti, il gruppo di hackers ucraino CyberBerkut ha avuto accesso ai documenti del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti relativi agli aiuti militari al governo golpista di Kiev. La fornitura di armi è stata approvata dal presidente Obama.



I materiali rinvenuti sono stati pubblicati sul sito web dei pirati informatici.
Le informazioni segrete  sono state memorizzate sul telefono cellulare di un funzionario che lavora per il vicepresidente americano Joseph Biden.

"Il documento è firmato dal presidente Usa, Barack Obama, e dal segretario di Stato, John Kerry. Gli Stati Uniti somministreranno all’esercito ucraino tre radar del valore di circa 400.000 dollari.  Di questo ha più volte parlato con orgoglio Piotr Poroshenko", rivela CyberBerkut.
 
Questi tipi di radar intercettano proiettili di artiglieria sparati da una o più armi, mortai, obici e lanciarazzi e analizzano le traiettorie determinando la posizione dell'arma che ha sparato.
 
Inoltre, secondo i documenti ottenuti, Washington fornirà a Kiev armi letali, tra cui "400 unità di fucili da cecchino, 2.000 unità di fucili d'assalto, 720 lanciagranate a mano, quasi 200 mortai e più di 70.000 mine, 150 'stringers' , 420 missili anticarro".
 
Il 21 novembre nel corso di una regolare visita in Ucraina di Joseph Biden, gli hacker CyberBerkut hanno 'violato' diversi siti web degli organismi statali dell’Ucraina, così come la pagina del Procuratore Generale e del Presidente Piotr Poroshenk. CyberBerkut è un gruppo di hacker che sta lottando contro l'arbitrarietà delle autorità ucraine.

Secondo l'ex sottosegretario al Tesoro degli Stati Uniti, Paul Craig Roberts, Washington ha deciso di armare l'Ucraina per condurre un nuovo assalto militare contro i russi nelle province di Donetsk e Lugansk.
 
Un funzionario del Ministero degli Affari Esteri della Russia, Alexander Lukashevich, ha condannato l’invio degli armamenti letali a Kiev come una chiara violazione degli accordi di Ginevra che ridurrebbe le possibilità di trovare una soluzione politica al conflitto ucraino, scrive il politologo Paul Craig Roberts nel suo nuovo articolo per il sito infowars.com. "Lo scopo di Washington è quello di usare i poveri ucraini contro la Russia. Tanto più si accentua il conflitto, tanto più Washington sarà felice", sottolinea Craig Roberts.

"Il popolo americano non ha idea che Washington stia sul punto di iniziare una nuova guerra pericolosa", spiega il politologo. " Gli Stati Uniti intendono eliminare la Russia, che limita il potere di Washington, dice ancora il consigliere dell'ex presidente Ronald Reagan. "L'arroganza di Washington sta costringendo la Russia a fare una scelta difficile: vassallaggio o la guerra," conclude.

Intanto Barack Obama fa sapere che Hillary Clinton sarebbe una "candidata formidabile" alla presidenza degli Usa. Una cosa è certa: chiunque sarà il presidente degli Stati Uniti, continuerà intensificare le ostilità verso la Russia considerato come un nemico geopolitico, secondo gli esperti.


Questi sono alcuni dei documenti trapelati firmati da Obama, John Kerry e il Dipartimento di Stato ...










Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO