/ Banca mondiale: Economia russa in ripresa nonostante le sanzioni

Banca mondiale: Economia russa in ripresa nonostante le sanzioni

 

Il tasso di crescita dell'economia russa è aumentato lo scorso anno, mentre l'inflazione è rimasta bassa, si legge in un rapporto della Banca Mondiale nel suo World Economic Outlook 2019.


"Sebbene le sanzioni economiche si siano inasprite, la Russia ha registrato un'inflazione relativamente bassa e stabile e una maggiore produzione di petrolio. Come risultato della robusta attività domestica, l'economia russa si è espansa ad un ritmo dell'1,6 percento nell'anno appena concluso ", si legge  nel World Economic Outlock 2019.
 
La Banca Mondiale ha sottolineato che la Russia e altri esportatori di petrolio "hanno mantenuto una crescita costante nel 2018, sostenuta da un aumento dei prezzi del petrolio".

 
In Russia, "la crescita è stata resiliente, sostenuta dai consumi privati ??e dalle esportazioni" ,si precisa, proiettando un rallentamento a breve termine quest'anno all'1,5 percento.
 
Nel 2020 e nel 2021, la banca prevede un aumento del tasso di crescita del PIL russo all'1,8%.
 
A ottobre, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha alzato le sue previsioni per la crescita del PIL della Russia nel 2019 all'1,8 per cento. Il capo economista del FMI, Maurice Obstfeld, ha affermato che l'impatto positivo dell'aumento dei prezzi del petrolio mondiale sull'economia russa supererebbe l'effetto negativo delle sanzioni di Washington.
 
Fonte: Banca Mondiale
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa