/ L'Algeria condanna a morte una spia del Mossad

L'Algeria condanna a morte una spia del Mossad

 

Ieri, un tribunale algerino ha condannato a morte il capo di una rete di spionaggio a favore di Israele e comminato 10 anni reclusione ad altri 6 membri del gruppo.


L'udienza del processo di appello da parte degli avvocati della difesa è avvenuta nella città di Gherdaia (sud Algeria), che ha emesso il suo verdetto iniziale a metà gennaio.
 
L'imputato principale, un cittadino liberiano di origine libanese, si è opposto alle accuse di aver minato la sicurezza nazionale algerina, spiando lo Stato e creando un'organizzazione criminale.
 
Nella loro difesa, il leader condannato del gruppo condannato a morte e gli membri hanno dichiarato di essere innocenti e hanno detto di essere entrati nel territorio algerino con lo scopo di continuare verso l'Europa.

 
Le teorie della difesa sono state negate da parte dell'accusa secondo cui il totale di sei membri della rete, che viaggiavano con passaporti libici, maliani, liberiani, nigeriani e kenioti erano dotati di moderni mezzi di comunicazione utilizzati dalle spie per trasferire informazioni ai loro centri.
 
Fonte: Prensa Latina
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa