/ I Media e il Corto Circuito senza Vergogna

I Media e il Corto Circuito senza Vergogna

 

Altro che lotta al terrorismo e difesa dei civili contro regimi sanguinari. Washington e i suoi compari SONO il regime sanguinario che usa il terrorismo per sterminare civili indifesi



di Federico Pieraccini
 

Siriani, Hezbollah, Iraniani, Houthi e Russi stanno bombardando al qaeda. Quelli che 17 anni fa hanno commesso l’11 settembre a NYC, a detta della CIA.


I media che fanno? Ignorano i Sauditi che bombardano gli Houthi, ignorano la coalizione occidentale che ha fatto più di 30 mila vittime a Raqqa e Mosul e ignorano Israele che da quando esiste stermina palestinesi. Naturalmente sono subito pronti a difendere al qaeda (al nusra) nell’est Ghoutha pur di perseguire la campagna di menzogne e disinformazione.


Ricapitolando, tra Afghanistan negli anni 80’, Libia nel 2011, Siria e Yemen oggi giorno, i media si schierano sempre dalla parte dei terroristi islamisti.


Ora qualcuno vada a vedersi i filmati dell’11 settembre e come reagivano gli stessi giornalisti quando venivano colpiti gli stati uniti.


Morale: per i media al qaeda è cattiva solo se colpisce USA ed Europa, negli altri casi va protetta cambiando volutamente terminologia, da ‘terroristi’ a ‘ribelli moderati’.


Eppure, nonostante questo rapporto idilliaco tra media e jihadisti, ne Anderson Cooper né i suoi compari sono riusciti ad andare sul campo ad Aleppo 2 anni fa o nel Ghoutha attualmente per intervistare i loro ‘eroi’.


Come mai vi chiedete? Perché questi ‘ribelli’ sono talmente moderati che solitamente decapitano i loro amici giornalisti postando online i video di tali atrocità.


Giornalisti e politici sono disposti a mentire e coprire per questa feccia nella vana e ridicola speranza che i loro amici jihadisti raggiungano Damasco per seminare ulteriore morte.


Nonostante sia acclarato in ogni salsa che trattasi di al qaeda e non di ‘ribelli moderati’, i diritto-umanisti e feccia varia preferiscono vedere la popolazione civile in balia di queste bestie, piuttosto che Damasco trionfare.


Altro che lotta al terrorismo e difesa dei civili contro regimi sanguinari. Washington e i suoi compari SONO il regime sanguinario che usa il terrorismo per sterminare civili indifesi.


Al prossimo attentato in occidente ricordatevi dei politici che hanno usato, armato e istruito frotte di terroristi islamici, bollandoli come ‘moderati’.


Al prossimo giornalista che vi parlerà di diritti umani e Assad, ricordatevi che non si tratta di una voce imparziale, ma di un portavoce di al qaeda.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa