/ Il governo siriano e curdi riprendono il commercio di petrolio

Il governo siriano e curdi riprendono il commercio di petrolio

 

Il governo siriano e le 'forze democratiche siriane' (FDS) hanno ripreso a scambiare petrolio e beni nella Siria orientale dopo una breve interruzione dovuta a ragioni non rivelate.


Secondo una fonte di Damasco citata dal portale Al Masdar News, i camion per il trasporto pubblico hanno attraversato l'Eufrate dai territori del 'Forze democratiche siriane', FDS,  questa settimana, per consegnare una grande quantità di petrolio in diverse aree della Siria.
 
La ripresa del commercio di petrolio nella Siria orientale è incredibilmente importante per il governo siriano, in quanto la recente crisi dei carburanti ha causato molti problemi in tutto il paese.
 
Riprendendo il commercio nella Siria orientale, le FDS guadagnano anche attraverso le vendite di petrolio e la distribuzione di beni nelle aree governative.
 
Mentre gli Stati Uniti si oppongono al governo siriano, non hanno ostacolato le vendite di petrolio della FDS a Damasco.
 
Fonte: Al Masdar News
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa