Green Pass e trasporti pubblici essenziali. Una proposta (richiesta)

Green Pass e trasporti pubblici essenziali. Una proposta (richiesta)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'AntiDiplomatico è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel nostro canale e rimanere aggiornato

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo 

 

di Marinella Correggia

 

Immagino che fra chi legge siano numerosi gli utenti - in esclusiva o in modo prevalente - dei trasporti pubblici - alternativa democratica ed ecologica all'automobile; di meglio ci sono solo bici e piedi ma su certe distanze e in certe condizioni geografiche o fisiche non si possono usare. E dunque...


PROPOSTA - RICHIESTA 


Quali formule per la disobbedienza civile contro la discriminazione sui trasporti pubblici essenziali a partire dal 6 dicembre 2021 con l'ultimo regio decreto?


Chiedo se sia possibile ipotizzare una forma di disobbedienza civile contro la discriminazione che entrerà in vigore a partire dal 6 dicembre 2021 sui mezzi di trasporto (locali, regionali, interregionali, bus, tram, corriere, treni)? Sono dopotutto un Servizio pubblico e un Diritto. 


Da quella data, in virtù dell'ennesimo regio decreto, per salire su ogni bus, corriera, trenino pendolari e simili, dovrà munirsi di tampone recentissimo chiunque ha liberamente scelto di non vaccinarsi antiCovid (e le ragioni sono disparate e in ogni caso NON c'è l'obbligo, almeno finora).


Fino al 5 dicembre (e dal 1 settembre), l'obbligo di tamponarsi valeva solo su: Intercity, Frecce e simili. Ho viaggiato molto sugli interregionali per venire nel Nord e una volta ho chiesto al capotreno: "Mi spiega come mai i treni tipo frecce richiedono il tampone e questi no?". Risposta: "Perché quelli sono considerati un servizio commerciale, invece il trasporto locale e interregionale ordinario è un servizio pubblico"! 


Appunto!!! Un servizio che sarà negato a una parte della popolazione che non sta violando nessuna legge. Giova ricordare che tantissime violazioni vere, in altri campi, rimangono impunite, in un paese dotato di scarsissimo senso civico e collettivo. 


La multa, con i controlli a campione, sarebbe di 1000 euro. Certo è possibile non pagarla, ma poi che cosa accadrebbe? Ed è giusto essere multati? 


Anzi, dovrebbero essere gli utenti a chiedere i danni visto che pagano le tasse, e anche il biglietto, e si vedono privato della fruizione di un servizio pubblico.


Precisiamo che ovviamente la misura suindicata NON è sanitaria visto che anche le persone vaccinate possono contagiare (come ormai dicono tutti: proteggono se stesse dalle forme gravi, ma possono trasmettere ugualmente il virus SarsCoV-2 e le sue infinite mutazioni). 


Che fare? Antica, sempre valida domanda. 

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti