/ La Russia produrrà sottomarini nucleari Borei-K con missili cruis...

La Russia produrrà sottomarini nucleari Borei-K con missili cruise

 
 

Il ministero della Difesa russo sta valutando un nuovo progetto di sottomarino nucleare Borei-K, equipaggiato con missili cruise, secondo una fonte della Difesa russa.

 

"Il Ministero sta studiando la possibilità di costruire altri due sottomarini classe Borei, ma equipaggiati con missili da crociera a lungo raggio, piuttosto che balistici”, riferisce la fonte dalla Russia all'agenzia di stampa TASS.

 

Secondo la fonte, se il piano viene implementato, i sottomarini saranno costruiti sotto il nuovo progetto di Borei-K e le consegne saranno programmate dopo 2027.

 

Allo stato attuale, la Russia possiede tre sottomarini della classe Borei: lo Yuri Dolgorukiy della Flotta del Nord, l'Alexander Nevsky e il Vladimir Monomakh della Flotta del Pacifico. Inoltre, tre sottomarini di classe Borei-A aggiornati sono stati testati in mare e altri quattro sottomarini della classe Borei-A sono in costruzione.

 

La marina russa opera attualmente due tipi di sottomarino lanciamissili: l'Antey progetto 949A e il Progetto 885 'Yasen' (e la sua versione modernizzata del Progetto 885m Yasen-M). Sei sottomarini di classe Antey e un sottomarino di classe Yasen servono anche la marina russa.

Un sottomarino Yasen-M è stato testato in mare e altri cinque sono in costruzione.

 

A febbraio, il ministero della Difesa russo ha rilasciato le prime immagini video del test del sottomarino nucleare Poseidon. Una fonte nel settore della difesa informò in precedenza del fatto che il Poseidone sarebbe in grado di trasportare una testata nucleare con una prestazione fino a 2 megatoni per distruggere le basi navali nemiche.

 

Il presidente russo Vladimir Putin ha confermato lo sviluppo di questa nuova arma lo scorso anno, presentando le ultime armi nucleari strategiche del suo paese progettate per garantire la capacità dissuasiva delle forze armate russe contro gli Stati Uniti, che cercano di minare la superiorità russa in questo campo.

 

A questo proposito, nell'ottobre 2018, il comandante in capo della US Naval Force in Europa, l'ammiraglio James Foggo, ammise l'incapacità degli Stati Uniti di fermare l'avanzata della Russia per quanto riguarda lo sviluppo di sottomarini, navi e missili da crociera.

Fonte: HispanTv
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa